Contenuto principale

 AGENZIA DELLE ENTRATE Comunicato stampa   Fabbricati Rurali non dichiarati Catasto

Regolamento IUC è scaricabile nella sezione apposita.

Si comunica che sono stati emessi gli avvisi di pagamento dei rifiuti (TARI) per l’anno 2017

La scadenza per il pagamento della prima rata è il 31 luglio 2017

TARI Visualizza   ESEMPIO DI CALCOLO

TARI modulistica  Utenze domestiche.

TARI Modulistica  Utenze non domestiche.

TASI

La scadenza per il pagamento della seconda rata è il

N.B. Si precisa che le aliquote e detrazioni IMU/TASI 2017 sono state definite nella stessa misura dell’anno 2016.

CALCOLO TASI

Una volta acquisita la rendita catastale, la si rivaluta del 5%, si moltiplica poi il risultato per il coefficiente del proprio immobile (la categoria A ha coefficiente pari a 160), e a quest’ultimo risultato si applica l’ aliquota del Comune che è pari all’ 1‰ ( uno per mille) per tutte le tipologie di immobili, (in caso di conduttori di immobili a questi spetta versare il 10% del tributo mentre ai proprietari il 90%).

Calcolo iuc 2017 

Per pagare la Tasi con il  modello F24, l’Agenzia delle entrate ha istituito i seguenti codici tributo:

“3958” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili su abitazione principale e relative pertinenze – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.” “3959” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili per fabbricati rurali ad uso strumentale – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.” “3960” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili per le aree fabbricabili – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.” “3961” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili per altri fabbricati – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.”

Se in seguito ai controlli viene rilevato che il contribuente non ha pagato la Tasi, questi dovrà pagare insieme al tributo anche le sanzioni e gli interessi con i seguenti codici tributo:

“3962” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif. – INTERESSI” “3963” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili – art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif. – SANZIONI”

L’Agenzia delle entrate dà anche le indicazioni per compilare in maniera corretta il modello F24. In particolare i codici tributo devono essere esposti nella “SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI” in corrispondenza delle somme indicate esclusivamente nella colonna “importi a debito versati”. Inoltre si devono indicare:

nello spazio “codice ente/codice comune”, il codice catastale del Comune nel cui territorio sono situati gli immobili; nello spazio “Numero immobili”, va indicato il numero degli immobili (massimo 3 cifre); nello spazio “Anno di riferimento”, deve essere indicato l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento. lo spazio “Ravv.” va barrato solo se il pagamento si riferisce al ravvedimento; lo spazio “Acc” va barrato solo se il pagamento si riferisce all’acconto; lo spazio “Saldo” va barrato se il pagamento si riferisce al saldo.

RIDUZIONE DEL 50% DELLA BASE IMPONIBILE IN CASO DI CESSIONE DELL’ABITAZIONE IN COMODATO AI FAMILIARI

AREE SOGGETTE A IMU- INDIVIDUAZIONE AREE OMOGENEE E VALORI MINIMI AI FINI DEL CALCOLO IMU PER LE SOLE AREE FABBRICABILI

Legenda.

IMU

La scadenza per il pagamento della seconda rata è il

IL COMUNE DI LIERNA E’ ESENTE DALL’IMU SUI TERRENI AGRICOLI IN QUANTO COMUNE MONTANO

N.B. Si precisa che le aliquote e detrazioni IMU/TASI 2017 sono state definite nella stessa misura dell’anno 2016.

Leggi la Delibera di Consiglio Comunale n.16 del 30.06.2012

Leggi avviso aree fabbricabili IMU 2013.

Scarica il modulo di richiesta.

 Denuncia comodato uso gratuito

 Comodato gratuito a figli e genitori, le novità ai fini IMU e TASI